Se ti venissi in mente.

Non ce la faccio più. Non ce la faccio più. Non ce la faccio più. Non ce la faccio più. Non ce la faccio più. Mi fa male la testa, il natale, il capodanno, il cibo, i botti, le gite fuori porta, lo studio che non c’è, la testa che non c’è, la voglia che non c’è, 20 anni, troppa … Continua a leggere

Hopes.

-Si ci sono ancora. “Come va, cambiato qualcosa negli ultimi tempi?” -No, bene o male sono sempre le solite situazioni. Niente di nuovo, proprio per niente. Soliti litigi, solite noie, solite solitudini, solite paranoie e soliti riavvicinamenti. Forse è per questo che sorrido, la quotidianetà è una delle cose che ho sempre odiato, eppure averla accanto è più o meno … Continua a leggere

Senza niente.

Se il mondo avesse un nome, quel nome sarebbe Paura. Quella che ci attanaglia fin dai meandri del grembo materno e che ci sussurra ogni nuova scoperta. Correndo verso una nuova aurora,buttando la testa fra le braccia. Scuotendo i capelli e le labbra nelle proprie mani. Ricordi quando c’era il vento e tu avevi gli occhi stanchi,i capelli dipinti e … Continua a leggere

paura della realtà

È strano. Solitamente fin da quando ero piccolo mi piaceva sdraiarmi nel letto e poter dare fine alla giornata in un batter d’occhio, scivolare in poco tempo nei meandri della mente e potermi conoscere meglio. Amavo fingere di dormire al ritorno dei miei, non ne ho mai capito mai il motivo. Ovviamente finivo sempre ad addormentarmi sul serio e venivo … Continua a leggere

Seduta

Soggetto: Luca Esposito. Età: 19. Sintomi: Persistente noia e capacità di complicarsi la vita. Inizio registrazione… “Che dire, è la vita di sempre che mi circonda, qualche piccola variazione qui e là, ma sempre la stessa. Io sono sempre lo stesso, mi impegno il meno possibile in qualsiasi cosa lamentandomi con me stesso per l’insuccesso. In questo preciso momento non … Continua a leggere

Fade it out again

L’università va. Con poca voglia di studiare, ma va. La compagnia è delle migliori stranamente. La vita non va. Passare le giornate fra studio, musica e pc non aiuta molto. Il fine settimana continua ad essere un random, e posso contare solo su poche persone. Il lavoro non va. Di questo passo mi laureerò fra 7anni, se voglio essere ottimista. … Continua a leggere